Tecnologie di rilevazione della temperatura: i termotablet o termototem (4/5)

Tecnologie di rilevazione della temperatura: i termotablet o termototem (4/5)

A causa del Covid-19, a partire da fine febbraio 2020 le aziende si sono trovate nella condizione di dover adottare nuove misure di sicurezza e di prevenzione al fine di garantire la sicurezza dei luoghi di acquisto e di lavoro tanto ai propri collaboratori quanto ai clienti.

Essendo la febbre uno dei sintomi più veloci e semplici da rilevare, i dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea sono finiti sotto i riflettori. Non tutti, però, sono uguali e a seconda dell’utilizzo e delle necessità di rilevazione, esistono diverse soluzioni adatte ad ogni situazione.

Abbiamo già discusso dispositivi di rilevazione di temperatura più semplici, come i termometri a contatto e i termometri a infrarossi:, ed abbiamo anche discusso dei comodi e performanti termoscanner portatili.

Ora parliamo di termotablet o termototem, un ulteriore passo nella direzione dei sistemi autonomi con interessanti funzionalità aggiuntive.

Termotablet e termototem

I termotablet o termototem sono dispositivi ottici dotati di algoritmi di intelligenza artificiale per la rilevazione dei volti, posizionati per lo più all’ingresso di edifici pubblici e privati, ambienti come ospedali, fabbriche, scuole, edifici commerciali, stazioni, aeroporti e qualsiasi altra zona pubblica, come parchi o giardini.

Possono essere montati su una struttura verticale o installati a muro e coinvolgono attivamente le persone che, senza bisogno del presidio di un operatore, eseguono in modo automatico le rilevazioni necessarie.

Grazie al loro display (ce ne sono di diverse dimensioni ma i più comuni sono da 5,5” e 7”) ed un preciso misuratore della temperatura corporea, che può essere rilevata al volto (telecamera termica) o al polso (termopila) sono in grado di automatizzare il controllo degli accessi di un varco, verificando in tempo reale le condizioni di accessibilità dell’utenza.

I dispositivi sono inoltre in grado di fornire messaggi vocali in italiano, stati di allarme con output digitale e notifiche via rete, rendendo più efficace il compito del personale di sorveglianza che non deve presidiare costantemente gli accessi.

Inoltre, essendo derivati da sistemi di controllo accessi con riconoscimento del volto, sono in grado di bloccare l’accesso ad un varco in caso di rilevazione sospetta o se l’utente non indossa la mascherina di protezione.

Per concludere, questi dispositivi si rivelano estremamente comodi per le attività con un afflusso non esagerato che vogliono automatizzare e rendere sicuro un varco senza allocare (e mettere a rischio) una risorsa a tempo pieno alla misurazione della temperatura.

Parleremo o abbiamo parlato di:

 

CONTATTA ABES SOLUTIONS

ABES Solutions nasce per fornire supporto tecnico-normativo in tutte le fasi che un professionista, un impresa o uno studio devono affrontare nella progettazione, nell’installazione e nella gestione di un impianto di sicurezza, sia questo antintrusione, antincendio o di controllo.